Quantcast

“Memorie di Terra” tra musica e teatro

Dieci appuntamenti in diversi comuni della Provincia di Brescia per concludere l'estate. Per i partecipanti, sconti in diversi agriturismi.

(red.) Conclusi i “Viaggi di Acqua”, che hanno registrato la presenza di un folto pubblico durante tutte le serate toccando anche punte di circa 800 spettatori in alcune occasioni, il 29 agosto prende il via la  seconda sezione del Festival, “Memorie di Terra”.
Dieci gli appuntamenti in programma fino al 14 settembre, diffusi sul territorio della Provincia di Brescia. La serata d’apertura è dedicata alla travolgente musica del Sud: giovedí 29 agosto a Serle si balla tra Terra, fuoco e  pizzica pizzica con La Paranza del Geco, un concerto carico di energia vitale che propone il meglio delle musiche tradizionali salentine, calabresi, siciliane e napoletane.
Nel cuore della programmazione di Memorie di Terra torna anche il teatro. Quattro le proposte per un  totale di sei repliche, che spazieranno dalla comicità alla raffinata suggestione, dall’ironia al femminile alla  passione per il proprio lavoro. Si comincia sabato 31 agosto con Lucilla Giagnoni, che nella piazza di Limone di Gavardo presenta d’Acqua e di Terra, tra pezzi inediti e brani tratti dai suoi spettacoli Terra d’acqua, Acquadoro ed Atlante. Domenica 1 e domenica 8 settembre spazio alla travolgente comicità della Signora Maria, con il ritorno anche nelle Memorie di Terra di Paola Rizzi e di Teatro  Gavardo con Una vita spericolata, quarto spettacolo della fortunata “trilogia” che sarà in replica a Villanuova sul  Clisi e a Paitone.
Venerdí 6 settembre a Cagnatico di Odolo è la volta della sottile ironia tutta al femminile:  Laura Mantovi con i suoi Piccoli deliri in rosa proporrà brani comici di grandi autori, battute sagaci e stralci dei grandi testi “sacri” dell’educazione della perfetta casalinga, madre, moglie e donna degli anni Sessanta, riletti alla  luce dissacrante del XXI secolo. Uno spettacolo leggero, intelligente e divertente. Martedí 10 e mercoledí 11  settembre si cambia totalmente scenario con un omaggio ad un prezioso dono della natura, il marmo, e agli uomini che lo lavorano. Alla Marmolux di Nuvolera debutta Passione eterna, nuovissimo spettacolo prodotto  dalla stessa azienda e nato da un’intuizione di Laura Alberti, che vede la regia e drammaturgia di Luciano Bertoli  con la collaborazione di Vittorio Pedrali, direttore artistico del Festival.
Miriam Scalmana ha inoltre raccolto la testimonianza di Angelo e Laura Alberti, Osvaldo Maccarinellli, Cesarino Massardi, Gianpietro Moretti e Massimo  Ongaro. In scena, Luciano Bertoli, con l’accompagnamento musicale di Cesare Maffei, Stefano Lonati, Elena  Laffranchi e Gabriele Miglioli rende omaggio a una terra e ai suoi figli, uomini di poca chiacchiera, che da quella  terra ricevono doni preziosi e trasformano i loro sogni nell’arte delle piccole cose. Un’arte, una tradizione, che  durano da secoli e sono, insieme, creatività e rigore, cura del presente e lungimiranza, sacrificio, piacere e  passione, e che mostra il legame tra il prezioso dono di questa natura, il marmo, e gli uomini che lo lavorano, ad  esso si affidano e se ne prendono cura, con tenacia, accortezza, lealtà, ma, soprattutto, passione.
La chiusura delle Memorie di Terra è invece affidata alla musica. Tre gli appuntamenti conclusivi all’insegna delle  Terre d’oltralpe e di quelle a noi piú vicine o addirittura familiari. Giovedí 12 settembre a Nuvolento gli Chemin  de Fer proporranno il loro originalissimo Folk des Alpes: danze valdostane, occitane, francesi mescolate a brani di  nuova composizione, con una sonorità accattivante ed adatta al ballo. Venerdí 13 settembre tocca ai Barabàn  offrire a uno sguardo sul mondo femminile con L’anello forte, uno spettacolo che si snoda attraverso canti e le  storie di donne raccontate in molte canzoni di Fabrizio De André, intercalati dalla lettura di poesie e di brani  derivanti dal libro di Nuto Revelli che fornisce il titolo della serata. Il gran finale di sabato 14 settembre é affidato  a Calcinato, lo stesso Comune che ha dato il via ai Viaggi di Acqua e che chiude anche le Memorie di Terra ed, in generale, l’edizione 2013 di Acque e Terre.
Danzavan le vie d’intorno sarà una serata all’insegna della musica e delle danze di gruppo della tradizione popolare bresciana e non solo. In tre luoghi suggestivi del centro storico di  Calcinato, quattro formazioni (Salterio, Loriband, Hòfoch&Hstòfech, Girovagando) si alterneranno per  intrattenere il pubblico con i brani e i passi di danza che provengono direttamente dalla nostra Terra. Un  momento di vera e propria festa popolare per concludere l’edizione 2013 del Festival e dare l’appuntamento al  pubblico al prossimo anno, puntuali come sempre all’inizio dell’estate. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito tranne  Passione eterna martedí 10 settembre e mercoledí 11 settembre Nuvolera Marmolux Spa via Scaiola 50 ingresso gratuito con ritiro biglietto omaggio presso la Biblioteca di Nuvolera – Piazza Generale Soldo, 1 – Tel.  030.6898470
La campagna in tavola  Insieme ad Acque e Terre, dedicati al mondo contadino, al suo scorrere legato alla natura, ai suoi personaggi e ai  suoi mestieri, alcuni agriturismi e trattorie rispolverano ricette e usanze antiche offrendo agli spettatori la possibilità di ritrovare la memoria di cibi tradizionali e di sapori genuini. La campagna in tavola accompagna Acque e Terre per  tutto il suo periodo di svolgimento. Coloro che si presenteranno, di persona o telefonicamente, come spettatori del  Festival, e prenoteranno con anticipo un tavolo all’Agriturismo Agrimon di Sabbio Chiese (Loc. Clibbio, 338.8808865  – 338.8344098 agrimon@libero.it), all’Antica Trattoria Leone di Paitone (via Italia 39, 030.6919126) o all’Agriturismo  Sangallo di Bedizzole (Via Cogozzo Sotto 12, 030.674965 – 349.1478151), potranno assaporare alcuni menù pensati  su misura, basati sul buon cibo di una volta, con il vantaggio di usufruire di un prezzo scontato durante tutto il  periodo del festival (fino al 12 settembre).
Inoltre Le Caselle Azienda Agricola di Prevalle propone per sabato 7 settembre un pomeriggio didattico dedicata alla preparazione di salse, sott’oli, sottaceti(via Garibaldi 28, 030.6801416 www.cascinalecaselle.it, prenotazione  obbligatoria entro giovedì 5 settembre).  Gli spettatori di Acque e Terre potranno usufruire, durante tutto il periodo del festival, di una convenzione con il  Libraccio, che riserverà loro uno sconto del 10% su tutti i libri non scolastici. Il Libraccio corso Magenta 27/d – Brescia (030.3754342) . Acque e Terre collabora con Boodiv e IBB Bonomi per il concorso fotografico: info su www.boodiv.it.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.