Quantcast

A Prevalle si ricicla l’olio da cucina

Nel comune bresciano parte il progetto "Oleo", in collaborazione con la Cooperativa Cauto e con il contributo della Provincia. Obiettivo, migliorare la raccolta dei rifiuti.

Più informazioni su

(red.) Riciclare l’olio per tutelare l’ambiente
A Prevalle, comune della provincia di Brescia parte il progetto Oleo, nell’ambito della campagna biennale “La terra al centro”, promossa dal Comune in collaborazione con Cauto Cooperativa Sociale Onlus. Si tratta di una campagna di educazione e informazione per la riduzione dei rifiuti rivolta a tutti i  cittadini, con un’attenzione particolare per le generazioni future,  attraverso il coinvolgimento dell’Istituto Comprensivo di Prevalle. Il primo anno della campagna è dedicato al riciclo attraverso interventi didattici nel corso dell’anno scolastico e incontri pubblici condotti da esperti di Cauto, cooperativa sociale onlus,  rivolti a tutti i cittadini.
Il primo di questi incontri è in programma venerdì 22 febbraio, presso la Sala Consigliare del Comune  di Prevalle, alla presenza degli esperti di Cauto, per parlare di Oleo, progetto pilota sulla raccolta degli olii vegetali domestici esausti.
Il progetto promuove  l’adozione di una buona prassi di raccolta differenziata. Viene sperimentata la raccolta di olio  esausto domestico, come materiale di scarto da recuperare per trasformarlo in risorsa per la  produzione di un nuovo bene d’uso, il sapone. Il progetto pilota è reso possibile grazie alla  partecipazione della Provincia di Brescia.
Per facilitare la raccolta differenziata dell’olio esausto domestico, tutte le famiglie riceveranno  gratuitamente una pratica tanica per la raccolta dell’olio, distribuita dal Comune, durante l’incontro  del 22 febbraio e presso l’Ufficio Ecologia del Comune di Prevalle, dal 25 febbraio al 30 aprile  (dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 18).  I cittadini potranno conferire l’olio raccolto attraverso le piccole taniche, presso i grandi  contenitori dislocati presso l’Isola Ecologica, il Centro Diurno Anziani in via Leonardo da Vinci  n.67, la Scuola Primaria in via Beccalossi, e la Scuola Secondaria in via De Gasperi n.33, nel  Comune di Prevalle.
Le famiglie che aderiranno al progetto riceveranno, nel corso del progetto, un flacone di detersivo  ad uso domestico, distribuito da un’azienda che utilizza esclusivamente olio vegetale esausto recuperato, per la produzione dei detersivi.
Alle famiglie saranno illustrati anche i numeri dell’inquinamento e quelli del riciclo. 1 Kg di olio usato disperso nel suolo inquina, infatti, più di 1000 mq. di superficie, così come 1 litro di olio esausto disperso nell’acqua altera il gusto di oltre 1.000.000 di litri di acqua  potabile. I costi per lo smaltimento e la manutenzione degli impianti fognari dove vengono immessi i  residui oleosi sono, dunque, molto onerosi. Da 1 Kg di olio esausto si ricavano, invece, 0,8 Kg di base lubrificante rigenerata per produrre asfalti e bitumi  altrimenti costituiti da olio minerale derivato da prodotti petroliferi; da 1 litro di olio esausto recuperato si ottengono circa 10 kg di detersivo.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.