Quantcast

A Montichiari le Olimpiadi dell’Informatica

Al Centro Fiera oltre 300 partecipanti da 85 nazioni diverse: dal Giappone al Sud Africa, dalla Lituania all'India per la competizione fra "cervelloni" del computer.

(red.) Ottantacinque squadre provenienti da tutto il mondo, più di 300 partecipanti dal Giappone al Sud Africa, dalla Lituania all’India riuniti al Centro Fiera di Montichiari (Brescia) per le Olimpiadi dell’Informatica. L’evento è organizzato epr la prima volta dal nostro Paese ed ospitato nella nostra provincia.
I ragazzi, tutti con un’età massima di 20 anni, non sono iscritti all’Università. Tra i giovani selezionati per le Olimpiadi, che compongono la squadra “B”, c’è anche Gabriele Farina, che frequenta il liceo scientifico “Copernico” di Brescia.
Hanno fatto visita alla delegazione italiana il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Cultura Valentina Aprea e l’assessore provinciale all’Istruzione, Aristide Peli.
“Questa 24esima edizione rappresenta un evento internazionale fondamentale per tutta la nostra regione”, ha detto l’assessore Aprea. “Siamo orgogliosi di poter ospitare per la prima volta una competizione di questa portata. Questi ragazzi hanno il merito di misurarsi sull’eccellenza e sulle migliori pratiche dell’informatica, un’autentica speranza per il futuro e per l’umanità. Se riescono infatti attraverso le tecnologie a superare gli obiettivi che si sono dati in questo campo, non possiamo che essere ottimisti”.
L’assessore Aprea si è fatta portavoce, con il ministro Profumo, delle richieste dei vincitori lombardi del concorso per dirigenti scolastici, incontrandone una delegazione. “Abbiamo chiesto al ministro”, ha aggiunto l’assessore, “di attivarsi per cercare di anticipare il giudizio di merito da parte del Consiglio di Stato, di avere 200 docenti in più per le scuole che stanno subendo l’assenza del dirigente scolastico e di avere la garanzia che, se dovesse essere respinta la sentenza del Tar e non dovesse esserci l’annullamento del concorso, i vincitori possano fin da subito andare a ricoprire il loro incarico. Viceversa, chiediamo che ci possa essere immediatamente un nuovo concorso, affinché in Lombardia, con il prossimo anno, non si registri l’assenza di 700 dirigenti scolastici. Noi ci siamo, ma anche lo Stato deve fare la sua parte”.
Gli studenti, che da martedì iniziano la gara, soggiornano a Sirmione, sul Garda. Durante il periodo di permanenza in Italia avranno l’occasione di visitare le bellezze turistiche della provincia di Brescia, oltre alle città di Venezia e Milano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.