Quantcast

Strage di piazzale Arnaldo, Brescia ricorda

Venerdì la Casa della Memoria commemora le vittime dell'attentato del 1976. Nello scoppio della bomba morì Bianca Gritti Daller e 10 persone rimasero ferite.

(red.) Trentacinque anni fa, il 16 dicembre 1976, in piazzale Arnaldo a Brescia, sotto il portico all’angolo con via Turati, veniva posta una bomba confezionata in una pentola a pressione.
Nello scoppio morì Bianca Gritti Daller e 10 persone rimasero ferite. L’allora brigadiere Giovanni Lai e il carabiniere Carmine Delli Bovi intervennero per spostare l’ordigno e per allontanare le persone presenti, rimanendo gravemente feriti, ma evitando che i danni fossero ancora più funesti.
La Casa della Memoria venerdì 16 dicembre alle 14,30 in piazzale Arnaldo, renderà omaggio alla vittima Bianca Gritti Daller e ai feriti coinvolti, con l’obiettivo di mantenere sempre viva la memoria pubblica di tali eventi, soprattutto nelle giovani generazioni.
Anche per questo motivo sono stati informatizzati e sono disponibili presso la sede stessa della Casa della Memoria gli atti di questo processo.
In rappresentanza dell’amministrazione comunale e del comitato di presidenza di Casa della Memoria, porteranno un saluto l’assessore Paola Vilardi e l’assessore provinciale alla Pubblica istruzione Aristide Peli.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.