Quantcast

Termovalorizzatore, piace al 64% dei bresciani

Secondo la rilevazione Ipsos riferita al 2020, cresce il gradimento dei cittadini verso l'impianto di via Malta, ritenuto "sicuro" ed "efficiente".

Più informazioni su

    Brescia. Il termovalorizzatore di A2A? Piace di più ai bresciani, il cui indice di gradimento, rilevato da Ipsos nel 2020, riporta che i cittadini che apprezzano l’impianto di via Malta sono saliti al 64%, in crescita rispetto all’ultima rilevazione effettuata dal medesimo istituto di statistica nel 2014, quando il dato si era attestato sul 57%.

    Secondo i dati Ipsos, il 91% dei bresciani lo ritiene un impianto «sempre più efficiente» e per l’85% è «all’avanguardia» e «sicuro».
    Per quanto riguarda, poi, il dibattuto nodo delle emissioni, il 58% dei bresciani ritiene che siano «al di sotto della normativa», consentendo uno smaltimento definito «efficiente».
    La struttura, attiva dal 1998, brucia rifiuti e produce energia elettrica e teleriscaldamento nella zona sud di Brescia. All’avanguardia fin dalle origini, ha ottenuto, nel 2006, il premio «Industry Award» del Wtert della Columbia University di New York, che l’ha eletto come il «miglior impianto del mondo».

     

     

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.