Tremosine, strada della Forra: ancora una falsa partenza

Ennesimo stop all'annunciato avvio dei lavori di ripristino dell'infrastruttura, chiusa dal 28 dicembre 2019. E ora si teme che salti l'ennesima stagione turistica.

Più informazioni su

(red.) Questa volta il rinvio ha un sapore beffardo. Stiamo parlando degli annunciati lavori di ripristino della strada della Forra a Tremosine, infrastruttura in stand by dalla fine di dicembre del 2019 e che ancora, dopo una serie di annunciati interventi per la sistemazione, avrebbe dovuto inaugurare i cantieri proprio lunedì 17 gennaio. Ma, ancora una volta, come già accaduto in passato, il cantiere tanto annunciato è rimasto fermo.

Solo giovedì scorso gli amministratori locale erano stati “rassicurati” in Regione, nel corso della IV Commissione al Pirellone, che gli interventi di messa in sicurezza erano ai nastri di partenza, nessun cantiere è stato invece aperto e la situazione rimane ancora congelata al 28 dicembre 2019, quando un fronte roccioso si staccò dalle pareti, invadendo la carreggiata, fortunatamente senza causare danni alle persone.
Danni che, però, si sono palesati in modo consistente, per gli esercenti e gli albergatori della zona nel corso delle stagioni turistiche lasciate alle spalle, causa l’inagibilità della strada.
I lavori, affidati ad un Consorzio di ditte di Roma, che si è aggiudicata un appalto da 1.256.316,47 euro a base d’asta, sono ancora fermi

Sulla strada, ultracentenaria (festeggerà proprio quest’anno i 109 anni), aleggia dunque il paventato e rinnovato timore che la sistemazione venga procrastinata ulteriormente, mettendo a rischio anche la stagione turistica nell’anno corrente.
Per sopperire all’inagibilità della strada, la viabilità è deviata lungo la  Sp 115, con pesanti disagi per l’attiguo comune di Limone, dove si è riversato l’aumento del traffico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.