“Il percorso di Brebemi verso sostenibilità ambientale, economica e sociale”

Più informazioni su

(red.) La A35 Brebemi è stata citata alla Camera dei Deputati, nel corso del dibattito sulla fiducia al nuovo governo Draghi. L’onorevole Alessandro Sorte del gruppo “Cambiamo!”, ex assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia della giunta Maroni, nel ribadire la fiducia al nuovo governo e la necessità di un programma forte di rilancio economico attraverso il Recovery Fund, ha portato come esempio virtuoso di infrastruttura tecnologicamente avanzata che guarda alla transizione energetica, l’autostrada A35 direttissima Brescia-Milano e il progetto pilota che vede la stessa in prima linea nel processo verso la de-carbonizzazione.

“Sulla Brebemi si sta sperimentando l’elettrificazione dell’autostrada con sistemi di ricarica in itinere, in analogia a quanto sta avvenendo in Germania, in Svezia e nel resto del mondo”, ha detto Sorte. “Il settore dei trasporti, con una continua crescita delle emissioni di CO2, necessita di interventi strutturali a breve termine per rispettare i target dell’accordo di Parigi, per questo può diventare un innovativo laboratorio tecnologico e ambientale. Riteniamo che gli investimenti per la conversione green delle autostrade italiane debbano poter accedere alle linee di finanziamento che saranno messe a disposizione dal Recovery Fund”.

“A35 Brebemi è già proiettata al futuro attraverso un deciso percorso che punta alla sostenibilità ambientale, economica e sociale, mantenendo inalterate le sue unicità legate alla sicurezza e all’esperienza di guida in totale comfort”, informa una nota della società. “Già nel 2019 l’autostrada si è dotata di stazioni di ricarica per carburante Gnl (Gas naturale liquido), le prime in Italia su un’autostrada a pagamento. Sempre in questo ambito A35 Brebemi sta avviando un nuovo importante progetto pilota di elettrificazione che, attraverso l’intelligente collaborazione con partner di prestigio come il Politecnico di Milano, grandi realtà industriali e, soprattutto, con il patrocinio della concedente Cal spa, di Regione Lombardia nonché con il supporto di Aiscat, sta suscitando grande interesse”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.