Sicurezza ponti bresciani, 31 hanno bisogno di interventi urgenti

12 di questi lungo i percorsi principali. In agenda il rifacimento del ponte a Palazzolo e a Concesio sulla sp 19.

(red.) Quella di ieri, lunedì 3 agosto, è stata una giornata fondamentale per l’Italia con l’inaugurazione del nuovo Ponte San Giorgio a Genova dopo il crollo del ponte Morandi il 14 agosto del 2018 e che provocò 43 vittime. Al nuovo ponte di Genova, tra manutenzione che sarà adottata, altri interventi e collaudo, hanno collaborato anche otto imprese bresciane. Tutte legate a una provincia che in questo periodo, proprio sul fronte della sicurezza dei viadotti, si è mossa per prima per capire quali ponti abbiano bisogno di interventi per evitare rischi.

Come scrive il Giornale di Brescia, sono 31 gli interventi urgenti sui viadotti, di cui 12 che interessano percorsi principali. Alcuni di questi interventi sono già stati effettuati, mentre altri sono ancora in progettazione, ma quasi conclusa. Proprio nel bresciano la Provincia titolare di una serie di ponti e viadotti si è affidata al Dipartimento di Ingegneria civile, architettura, territorio, ambiente e matematica dell’Università degli studi di Brescia per mappare le opere che hanno bisogno tra manutenzione e stabilità. In tutto il territorio sono presenti 460 ponti e finora sono stati controllati 312 e di cui 271 hanno già una panoramica completa.

In base ai dati raccolti dal quotidiano bresciano, 70 viadotti sono in buone condizioni, altri 107 hanno bisogno di manutenzione ordinaria per evitare danni in futuro e soprattutto ci sono 63 che presentano alcuni livelli di criticità e hanno bisogno di interventi nei tempi più rapidi. Tra questi, come detto, 31 sono i casi più gravi e di cui 12 lungo le principali strade percorse, con il viadotto di Castegnato sulla vecchia statale 510, oltre a Pisogne e Sale Marasino. In ogni caso dal Broletto sottolineano come tutti i ponti siano sicuri.

Al momento sono 15 i viadotti finanziati con 25 milioni di euro, attraverso la legge lombarda sulla ripresa economica. E a incidere sono i 18 milioni per rifare il ponte di Palazzolo ad attraversare il fiume Oglio e quello di Concesio sulla provinciale 19 per oltre 3 milioni. Si parla anche di altri sette ponti per i quali si stanno cercando altre fonti di finanziamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.