Lavori sulle strade, 294 milioni di euro per trenta opere nel bresciano

Ieri il presidente Alghisi e il consigliere Ratti hanno illustrato il piano di interventi: già disponibili metà dei fondi.

(red.) Nella giornata di ieri, giovedì 16 luglio, la Provincia di Brescia ha stilato e presentato un elenco di infrastrutture e opere stradali da realizzare in buona parte del tessuto bresciano e potendo contare su finanziamenti non solo di palazzo Broletto, ma anche a quelli dai livelli più alti sul fronte del rilancio dopo l’emergenza sanitaria. Tanto che il piano prevede lavori per 294 milioni di euro, di cui 161 milioni già disponibili per avviare la progettazione, se non addirittura subito i cantieri. Gli interventi sono stati illustrati proprio dal presidente Samuele Alghisi insieme al nuovo consigliere delegato ai Lavori pubblici Andrea Ratti.

Entro il 2020 potrebbero aprirsi i cantieri per completare, con 6 milioni di euro, la tangenziale di Orzivecchi dopo una situazione complicata e dovuta alle scorie trovate sotto l’asfalto. Altri 9 milioni e mezzo sono destinati alla piccola tangenziale est di Montichiari con il collegamento alla Lenese e per evitare che si formi il traffico nella città principale della bassa. Altri 55 milioni per la deviante lungo la sp 237 tra Vestone Nord e Idro Sud dopo alcuni problemi legati connessi all’aggiudicazione della ditta incaricata dei lavori. Si prosegue entro il 2020 con il via ai lavori per sistemare il ponte, con 3,3 milioni di euro, sulla sp 19 Concesio-Ospitaletto e per il collegamento tra la sp 45 bis e la provinciale verso Bagnolo Mella per 1,7 milioni.

Spazio anche alla riqualificazione del ponte a Palazzolo sulla sp 573 per 18 milioni, altri 10 milioni per la ciclabile del Garda tra Gargnano e Limone e la tangenziale di Isorella. Nell’elenco delle opere c’è spazio anche per la deviante alla sp 45 bis San Zeno verso la tangenziale sud di Brescia per 21 milioni di euro, oltre a gallerie, svincoli e illuminazione da proseguire per oltre 13 milioni e mezzo. Tra i cantieri c’è spazio anche per la sp 469 Sebina occidentale-deviante da Capriolo a Paratico Sarnico per 110 milioni, la sp 2 fra Roccafranca e Orzinuovi, i lavori alla tangenziale est di Calvagese e una serie di altre opere. Come una rotonda a Darfo Boario Terme, il nuovo ponte sul Chiese, una rotatoria per l’accesso a Idro, più sicurezza sulla sp 345 tra Bienno, Breno e Collio e altri interventi in Valcamonica a Esine, Paisco Loveno e Cevo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.