3 miliardi dalla Lombardia, 50 milioni in arrivo per i Comuni bresciani

Il governatore Fontana ha informato dell'arrivo delle risorse subito spendibili per i cantieri dediti al rilancio.

(red.) Nella giornata di ieri, martedì 19 maggio, il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha informato il tavolo tecnico del Patto per lo sviluppo dello stanziamento dei 3 miliardi di euro previsti dall’ampia manovra che era stata approvata nelle settimane precedenti. L’obiettivo espresso dal presidente della Regione è quello di fare in modo che le risorse arrivino nelle casse dei Comuni per consentire loro di ripartire tra le attività economiche e i cantieri delle infrastrutture.

Nell’ambito di quei 3 miliardi, ai Comuni bresciani arriveranno in tutto circa 50 milioni di euro come contributo da poter utilizzare per le opere pubbliche. In ogni caso, devono trattarsi di cantieri che non siano già stati finanziati con altre misure e avviando i lavori entro il 31 ottobre. Il piano prevede una liquidazione del 20% al momento in cui si accerta l’inizio dei lavori, seguito da un altro 50% entro febbraio 2021.

Infine, il 30% dopo la conclusione e il collaudo entro il novembre del 2021. Risorse che però potrebbero arrivare prima se l’opera in esame sarà conclusa prima dei tempi previsti. Dalla Regione Lombardia fanno anche sapere di monitorare lo stato di avanzamento dei vari cantieri e che le risorse possono essere utilizzate anche per più progetti, cofinanziati dagli stessi enti locali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.