Cadono calcinacci in galleria, paura verso la Valcamonica

Sabato mattina il distacco di alcuni pezzi che hanno sfiorato due auto e colpita una terza verso Angolo Terme.

(red.) Si è sfiorata una tragedia sabato mattina 11 gennaio al confine tra le province di Bergamo e Brescia per il distacco di alcuni pezzi di calcestruzzo dalla volta di una galleria. E’ successo intorno alle 8 nel tunnel di Dezzo di Azzone, nella Val di Scalve orobica e verso la Valcamonica, quando alcuni detriti si sono staccati finendo sull’asfalto lungo la provinciale.

Due auto che si stavano muovendo verso Angolo Terme sono riuscite ad evitarli, mentre una terza è stata colpita inducendo l’automobilista a frenare di colpo e facendo scattare gli airbag. Per fortuna non si sono registrati feriti, ma il rischio è stato alto anche nel momento in cui è in corso un dibattito dopo la relazione del Consiglio superiore dei Lavori pubblici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che parla di 200 gallerie a rischio sicurezza.

Dalla sponda bergamasca dicono di conoscere il problema della galleria e già oggi, lunedì 13 gennaio, verranno prese le misure con gli enti coinvolti per definire quali interventi adottare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.