Quantcast

Treni, via libera alla linea Brescia-Montichiari

Lunedì è stato firmato l'accordo di programma tra i ministeri competenti ed Rfi. 250 milioni di euro per l'opera da realizzare entro i prossimi sette anni.

Più informazioni su

(red.) E’ una notizia positiva quella che arriva sul fronte del trasporto pubblico ferroviario nel bresciano. Lunedì 20 maggio, infatti, i ministeri di Infrastrutture e Trasporti e quello di Economia e Finanza hanno firmato il contratto di programma 2017-21 con Rfi che prevede anche i 250 milioni di euro per la linea Brescia-Montichiari. Quindi, trovate le risorse, ora saranno stilati i progetti, poi la gara d’appalto e l’inizio dei lavori. 10 milioni di euro dei 250 sono stati messi per la sola progettazione e saranno spesi entro i prossimi anni. L’intera linea potrebbe essere realizzata in più lotti e si prevede il primo raddoppio dei binari tra Brescia e San Zeno e il secondo, con il trasporto elettrico, fino a Ghedi. Infine, il collegamento con l’aeroporto e il Centro Fiera di Montichiari.

Spazio anche per la riqualificazione delle tre stazioni di San Zeno, Montirone e Ghedi. A lavori conclusi, ogni mezzora ci saranno treni per collegare Montichiari alla città. Ma prima, come detto, è necessaria la parte più complessa, partendo dagli espropri e dall’eliminazione dei passaggi a livello sulla tratta. Dello sblocco dell’opera ne hanno parlato ieri, martedì 21 maggio, l’assessore comunale alla Mobilità di Brescia Federico Manzoni e Diego Peli per la Provincia.

La soluzione del collegamento si era prospettata nel momento dell’abbandono dello shunt per l’alta velocità Brescia-Verona, ma ora si attendono anche le elezioni di domenica 26 che riguardano paesi come Montirone, Ghedi e Borgosatollo sui quali transiterà la linea. Entro la pausa estiva dovrebbero essere trovati gli accordi con i Comuni per proseguire con l’iter. E’ emerso che i lavori si potrebbero svolgere in contemporanea con quelli della Tav, quindi tre anni per la progettazione e la gara e quattro anni per la realizzazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.