Brescia, nel 2018 i lavori per il nuovo carcere

Da Roma la conferma dei 15 milioni di euro e i tempi tra progetto, bando e assegnazione dei lavori. Si tratta dell'ampliamento dell'istituto di Verziano.

Più informazioni su

(red.) Entro il 2018 inizieranno i lavori per l’ampliamento del carcere di Verziano, a Brescia. Almeno questa è la tempistica sperata dagli addetti ai lavori. La conferma è arrivata dal deputato bresciano del Partito Democratico Alfredo Bazoli che a Roma ha incontrato il direttore generale del Dipartimento amministrazione penitenziaria Pietro Buffa e l’architetto Daniela Di Croce.

Dalla Capitale è giunta la notizia del via libera ai 15 milioni di euro previsti per il “nuovo” carcere, così come i tempi che aveva già annunciato il ministro della Giustizia Andrea Orlando durante la visita a Brescia a novembre. Il piano prevede che entro aprile venga lanciato il bando per trovare un incaricato che si occupi della progettazione definitiva. Poi il disegno finale a luglio, la conferenza dei servizi e all’inizio del 2018 l’appalto e l’assegnazione dei lavori.

Le dimensioni del carcere raddoppieranno, passando da 200 a 400 detenuti. Le aree intorno all’istituto di pena saranno acquisite dal comune di Brescia e usate proprio dai carcerati come percorsi di riabilitazione tra laboratori e attività agricole. Per quanto riguarda Canton Mombello, di proprietà dell’Agenzia del Demanio, sarà chiuso, cambiata la destinazione formale e poi messo in vendita sul mercato per una nuova “vita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.