Quantcast

Tav, sabato Delrio inaugura la Treviglio-Brescia

Il 10 dicembre viaggio da prima delle 11 dalla stazione centrale di Milano verso la nostra città. Alle 11,30 il taglio del nastro. Previste contestazioni.

(red.) Sabato 10 dicembre è il giorno dell’inaugurazione della linea ferroviaria ad alta velocità Treviglio-Brescia. Un Frecciarossa partirà dalla stazione centrale di Milano pochi minuti prima delle 11 per raggiungere la nostra città alle 11,30. Sul convoglio saliranno il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e l’assessore ai Trasporti del Pirellone Alessandro Sorte, ma anche i vertici di Trenitalia e Ferrovie dello Stato e di Rete Ferroviaria Italiana. Tra loro anche l’amministratore delegato di Fs Renato Mazzoncini.

L’ospite speciale sarà l’ex ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio che taglierà il nastro sull’opera. Da tempo era prevista la presenza del premier Matteo Renzi, ma le ultime vicende politiche, con le dimissioni del presidente, hanno portato a cambiare i piani. Alle 11,30 ci sarà la cerimonia a Brescia con il sindaco Emilio Del Bono e l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni. Il teatro dell’inaugurazione sarà il lato della stazione verso via Sostegno dove si trova il sottopassaggio e che sarà il punto di riferimento per i passeggeri. Da qui partirà il collegamento in costruzione per gli utenti che scendono dai treni ad alta velocità per raggiungere la stazione Fs della metropolitana.

Ma anche per unire la parte sud della città, fare lo scambio tra mezzi veloci e regionali e in previsione di prendere il treno verso l’aeroporto di Montichiari. Il taglio del nastro arriva in anticipo di un giorno rispetto all’introduzione dell’orario invernale, domenica 11, quando aumenteranno i convogli. Uno di questi sarà il Brescia-Napoli delle 5,19 che arriverà nella città partenopea alle 10,32. Al ritorno dalle 16,05 alle 21,16. Per il resto ci saranno poche novità, ma con il servizio potenziato. Nel corso dell’inaugurazione, però, è prevista anche una manifestazione dei contrari all’infrastruttura.

Tra questi i No Tav e il Movimento 5 Stelle che partiranno alle 10,30 da via Garibaldi per un corteo. Tra l’altro, sull’altro pezzo di alta velocità, quello in previsione di costruzione tra Brescia e Verona, il 9 gennaio il Tar del Lazio discuterà un ricorso presentato da cinquanta associazioni. Contestano una serie di vizi a un decreto del ministero dell’Ambiente che aveva dato di fatto il via libera. Per loro il progetto della tav è illegittimo e nel caso in cui il tribunale amministrativo dovesse accogliere l’istanza, si dovrebbe ripartire da zero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.