Quantcast

Brescia calcio, debiti bloccano nuovo stadio

La società di via Bazoli deve trovare 8 milioni per pagare l'Iva arretrata all'Erario. Solo dopo si potrà parlare dei lavori da compiere sul Rigamonti.

(red.) La situazione debitoria in cui versa il Brescia calcio blocca anche l’operazione stadio. La società di via Bazoli deve trovare risorse per procedere all’aumento di capitale con cui avere gli 8 milioni di euro necessari per pagare l’Iva non sostenuta da Brescia service ai tempi della presidenza Corioni. L’Erario, infatti, non ha mai ricevuto quella somma nonostante fosse stata disposta, quindi bisogna spendere per poter poi fare anche l’iscrizione al campionato di serie B. E lo stadio? Il piano di governo del territorio di Brescia prevede la demolizione e ricostruzione del Rigamonti ancora a Mompiano. In particolare, un impianto da circa 18 mila posti e un altro edificio in via dello Stadio dedicato alla sede della società, museo, medicina sportiva, palestre e merchandising.
Ma palazzo Loggia attende che arrivi l’iniziativa dal Brescia calcio. Una legge, infatti, consente di avviare più rapidamente il percorso se è il soggetto proponente a farsi avanti. La società, infatti, come scrive il Giornale di Brescia, dovrebbe realizzare un progetto preliminare da presentare alla Loggia. Poi si formerebbe una newco per gestire l’intera operazione e incassare i finanziamenti dal Credito Sportivo e avviare il bando sull’area comunale per poi aprire i lavori. Ma finché il Brescia calcio non risolverà il problema fiscale, tutto resta bloccato. Di questo, e soprattutto della parte urbanistica, se ne parlerà mercoledì 8 giugno alle 20,45 alla sala Arici di Mompiano quando è atteso anche il sindaco Emilio Del Bono.
A preoccupare di più i cittadini residenti nel quartiere, infatti, è la questione del traffico e della viabilità. Il comune ha negato al Brescia la possibilità di ampliare il parcheggio di via Triumplina, mentre si punterà a rafforzare il servizio della metropolitana. Tenendo anche conto che, come fatto quest’anno, i tifosi che si recheranno allo stadio con biglietti e abbonamenti potranno salire gratis sulla metro. Ma sul fronte nuovo stadio bisogna ancora aspettare. Tutto è nelle mani e nel portafogli delle Rondinelle.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.