Quantcast

“Effetto Tav” in città: cantieri (e disagi) al via

La partenza dei lavori per l'alta velocità ferroviaria è prevista per l'estate 2014. Via Dalmazia e via Corsica resteranno chiuse per mesi.

(red.) Gli effetti dell’arrivo della Tav, la linea ad alta velocità ferroviaria si faranno sentire, a lungo, anche sulla viabilità cittadina. Resterà infatti off limits per circa 60 giorni parte di via Dalmazia , mentre per quasi un anno intero (322 giorni secondo le previsioni) parte di via Corsica.
L’infrastruttura «strategica» , così
definita dal sindaco di Brescia Emilio Del Bono, porterà con sì disagi per la città: sia in relazione a quanto avvenuto in via Toscana, dove sono state espropriate 26 abitazioni, sia  per i cantieri che sorgeranno.
dei cantieri.
La Tav a Brescia “vale” 6,9 chilometri di binari, in affiancamento alla linea Milano Venezia, il che comporterà la realizzazione di diverse infrastrutture tra cui i sovrappassi di via Roncadelle, via Colombaie e via Violino, il viadotto sulla tangenziale Ovest , i ponti su via Dalmazia e via Corsica e gli interventi di restauro in stazione.
Il cronoprogramma sarà presentato ufficialmente la prossima settimana, ma le previisoni annunciano l’apertura dei cantieri per la prossima estate, con una chiusura stimata entro novembre 2016.
un anno e mezzo di “passione” per automobilisti e cittadini, costretti a pagare lo scotto dell’importante opera.
A partire da via Dalmazia, dove l’introduzione di una variante al progetto approvato in Conferenza dei Servizi comporterà la costruzione di un ponte a campata unica senza il setto centrale , una soluzione che alleggerirà il numero di giornate di chiusura della strada, inizialmente previsti in 472 e quindi scesi a 60.
Secondo le stime, a lavori avviati, il traffico dovrebbe essere regolato a senso unico alternato.
Anche in via Corsica il numero dei giorni legati all’intervento per la realizzazione del viadotto è stato ridotto, passando dagli iniziali  444 giorni ai 322 dell’ultima variante.
in ultimo i bresciani dovranno fare i conti con i disagi legati al cantiere del viadotto sulla tangenziale Ovest, che verrà realizzato con una variante sul progetto originale: da impalcato a tre luci ad impalcato a campata unica.
La tangenziale resterà aperta con due corsie per senso di marcia. In via Zima, via Roncadelle, via Colombaie e via Violino, le strade verranno chiuse al traffico, ma in modo graduale, così da consentire comunque la viabilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.