Catullo, al vaglio l’offerta di Save

Fissata per lunedì 28 l'assemblea dei soci per valutare la proposta di Venezia. Potrebbe poi essere fissata una data entro cui valutare anche altre partnership.

(red.) Mancano poche ore all’apertura dell’assemblea dei soci della Catullo Spa (tra cui anche Camera di Commercio di Brescia) che, lunedì 28 ottobre, si riuniranno per valutare la proposta della veneziana Save.
L’accordo con la società di gestione dell’aeroporto di Venezia potrebbe essere un’opportunità per far decollare finalmente l’aeroporto di Brescia, il D’Annunzio di Montichiari. Anche Sacbo, che gestisce Orio al Serio, si è detta interessata ad acquistare parte delle quote di Catullo, che ad oggi gestisce Verona e Brescia.
Save entrerebbe in Catullo prima con una quota del 5%, che non richiede il via libera dell’antitrust.
Analizzata la proposta di Save, l’assemblea potrebbe decidere di stabilire un arco di tempo entro cui valutare anche altre proposte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.