Quantcast

“Impegno per il Campus alla Randaccio”

Lo ha detto il sottosegretario all'Istruzione Galletti, in visita venerdì in città. La promessa è quella di rifinanziare la legge 338, così da sbloccare 13,5 mln per il progetto.

(red.) “Farò di tutto affinchè sia rifinanziata la legge 338 quella che potrebbe portare 13,5 milioni per la realizzazione del Campus universitario alla ex caserma Randaccio”.
La promessa viene dal sottosegretario al Ministero dell´Istruzione, Università e Ricerca, Gian Luca Galletti, veenrdì in visita a Brescia dove ha incontrato il sindaco Paroli, il rettore dell´Università degli studi Sergio Pecorelli, il presidente del Csmt Ennio Franceschetti, la delegata del sindaco per l´Università Nini Ferrari e l´assessore Diego Ambrosi.
I finanziamenti richiesti dall’amministrazione per la realizzazione della struttura universitaria sono bloccati e per Brescia il rifinanziamento della legge 338 significherebbe “scongelare” il progetto da 23 milioni di euro, accarezzato dalla Giunta in carica e poi brutalmente accantonato per mancanza di risorse ministeriali.
Infatti, nella generale stilata a fine 2012 Brescia si è classificata in 34esima posizione, rimanendo fuori dai primi 24 atenei ammessi al cofinanziamento del Miur.
come ha sottolineato Galletti, buone strutture sono fondamentali per lo sviluppod egli atenei, una realtà che, ha ricordato, lui stesso ha ben presente dato che proviene da Bologna, sede della più antica università.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.