Quantcast

Via Rose, sovrappasso alle battute finali

A breve ultimati i lavori del ponte sulla tangenziale, interrotti a seguito del sequestro dell'area per presunta contaminazione da Pcb del terreno.

(red.) Manca poco, oramai, all’inaugurazione del sovrappasso di via Rose, in città.
Il 19 febbraio il ponte diventerà fruibile, dopo un lungo intervento  inserito tra le opere a scomputo degli oneri inserite nella convenzione tra Loggia e Basileus del comparto Milano.
L’intervento, valore 3,5 milioni di euro è stato sostenuto dall’azienda privata.
I lavori, partiti nel marzo 2011, hanno subito diversi intoppi legati al sequestro dell’area (afferente al Sito di interesse nazionale Brescia-Caffaro), tra maggio ed ottobre 2012, per presunte irregolarità nello smaltimento del terreno inquinato da Pcb.
Lo scorso 10 ottobre i sigilli sono stati tolti a seguito della perizia effettuata che ha stabilito non vi fosse contaminazione dei terreni ed ora i lavori sono in fase di limatura con l’apposizione di segnaletica e cartelli stradali. Da sistemare ancora le barriere fonoassorbenti e il verde.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.