Quantcast

A Brescia l’Alta velocità è sempre più vicina

Italferr ha appaltato i lavori alla Società Italiana per Condotte d'Acque Spa. Entro sei mesi, il progetto esecutivo. Si inizierà a costruire già nell'autunno 2013.

(red.) Un nuovo passo in avanti verso l’arrivo della Tav in città.
La Società Italiana per Condotte d’Acqua S.p.A si è aggiudicata la gara per l’esecuzione dei lavori per realizzazione le opere civili per l’arrivo della linea dell’alta velocità a Brescia e sistemazione della stazione. A presiedere la società vincitrice, Franco Bassanini, ex ministro della Funzione pubblica, mentre Duccio Astaldi è a capo del Consiglio di gestione.
All’attivo, la società ha opere come la linea A della metropolitana di Roma, il traforo del Monte Bianco e l’Alta velocità Torino-Milano. A Brescia, dovrà costruire la bretella che collegherà Roncadelle alla stazione, attraversando il Villaggio Violino,  via Dalmazia, via Corsica per finire, appunto, in via Toscana.
 I lavori partiranno già nel 2013, in autunno e prevedono anche l’abbattimento di 31 case di via Toscana. Al loro posto saranno costruiti due binari e un muro fonoassorbente. Il prossimo passaggio sarà la presentazione del progetto esecutivo, che l’azienda dovrà predisporre entro sei mesi. Dopo l’approvazione, inizieranno i lavori.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.