Quantcast

Tav, cantieri nel 2013: intanto sbarca sul web

Nelle prossime settimane la Loggia organizzerà un incontro pubblico per discutere del progetto e degli espropri. A breve, sul sito del Comune, una sezione dedicata al tema.

Più informazioni su

(red.) La Tav a Brescia? I cantieri si apriranno solo dopo la primavera del 2013.
Lo comunicano dalla Loggia, dopo che, nella mattinata di venerdì 7 settembre, il  vicesindaco Fabio Rolfi, l’assessore all’Urbanistica Paola Vilardi e l’assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani hanno incontrato i rappresentanti di Ferrovie dello Stato per approfondire effetti e cronoprogramma del  progetto attuativo della linea ad alta velocità che transiterà da Brescia, che interesserà in particolar modo la zona di via Toscana.
Il  termine della progettazione esecutiva è fissato per la primavera 2013 e solo successivamente verranno avviati i cantieri. Durante l’incontro, gli assessori hanno voluto approfondire il tema degli espropri e degli abbattimenti, per poter offrire ai cittadini la massima chiarezza e trasparenza e per progettare un percorso di assistenza dedicato ai residenti interessati.
Proprio in questa direzione, l’Amministrazione comunale nelle prossime settimane  organizzerà, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, un incontro rivolto e riservato alle persone coinvolte dagli interventi demolitivi, per offrire un canale diretto di informazione circa il progetto, le ricadute e gli interventi compensativi che saranno realizzati da Ferrovie dello Stato.
Nel contempo, si è stabilito di individuare all’interno della pianta organica comunale una figura tecnica di riferimento, il responsabile del settore Strade ing. Alessandro Baronchelli, che sarà il referente del progetto per conto del Comune di Brescia.
Si è inoltre deciso che verrà attivata a breve sul portale web www.comune.brescia.it una apposita sezione dedicata all’Alta velocità, nella quale sarà possibile reperire informazioni e tutto il materiale relativo.
L’Amministrazione comunale”, conclude la nota di palazzo Loggia, “intende in questo modo far sentire la propria vicinanza, il proprio supporto e la propria disponibilità a tutti i cittadini coinvolti da un progetto che è stato definito e attivato diversi anni fa e che ora sta entrando nella fase esecutiva”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.