Calcinato, operaio resta incastrato con una mano nel macchinario

E' successo ieri mattina in un'azienda di via Gavardina. I medici sarebbero riusciti a salvargli la mano straziata.

(red.) Ieri mattina, mercoledì 5 agosto, un operaio di 50 anni residente a Rezzato è rimasto vittima di un grave infortunio sul lavoro in una fabbrica di Ponte San Marco in via Gavardina di Sopra a Calcinato, nella bassa bresciana. E’ successo intorno alle 8,15 quando l’addetto era impegnato nella pulizia di un macchinario che si occupa di recuperare la plastica. A un certo punto è però rimasto incastrato con una mano dentro la puleggia che gli ha straziato la parte di arto.

Subito i colleghi hanno accertato la gravità della situazione, chiedendo l’intervento dei soccorsi. Sul posto si sono mosse due ambulanze da Calcinato e Mazzano, insieme ai carabinieri della compagnia di Desenzano e i tecnici dell’Ats per ricostruire la dinamica e valutare se tutte le misure di sicurezza fossero state rispettate. Lo sfortunato operaio è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia dove i medici sarebbero riusciti a salvargli la mano ferita. Il macchinario è stato posto sotto sequestro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.