Quantcast

Brescia, aumentano gli infortuni sul lavoro

I dati dei primi sette mesi del 2017 arrivano dall'Anmil in vista della giornata domenica 8 ottobre. Già 14 morti rispetto alle 9 dello stesso periodo 2016.

Più informazioni su

(red.) Sono tornati ad aumentare i feriti e le vittime per gli infortuni sul lavoro. Questa è una tendenza che riguarda i primi sette mesi del 2017 per tutta l’Italia, compreso il territorio bresciano. In linea generale, da gennaio a luglio dell’anno in corso l’Inail ha registrato 380 mila infortuni a livello nazionale, in aumento dell’1,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel bresciano, sono 9.364 gli infortuni avvenuti nei primi sette mesi del 2017, in aumento dell’1,4% rispetto al 2016. Anche le vittime sono aumentate, a 14 rispetto alle 9 dello stesso periodo dell’anno precedente. Le malattie professionali, infine, sono aumentate a 361. Restando nella nostra provincia, la metà degli infortuni – come registra l’Anmil – avvengono nel tragitto tra la casa e il posto di lavoro, mentre i settori più colpiti sono l’edilizia e l’agricoltura.

I motivi dell’aumento di questi episodi? Secondo l’associazione, sono legati anche alla ripresa dell’attività economica, ma soprattutto alle molte realtà che non si sono adeguate alla sicurezza. I numeri arrivano in occasione della 67° giornata dedicata agli infortunati e vittime del lavoro che si celebra domenica 8 ottobre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.