Quantcast

Villa Carcina, Anmil: calati infortuni su lavoro

Diminuiti di 145 nei primi sette mesi del 2016 (9.231) rispetto allo stesso periodo del 2015. Dimezzate le morti bianche (dalle 19 del 2015 alle 9 del 2016).

Più informazioni su

(red.) Domenica 16 ottobre Villa Carcina, nel bresciano, ha ospitato la 66° Giornata nazionale dell’Anmil, Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi da Lavoro. Con il presidente italiano Franco Bettoni e quello provinciale Angelo Piovanelli è stata l’occasione di elencare i numeri degli infortuni che si sono verificati nei primi sette mesi del 2016 (da gennaio a luglio). E quindi confrontarli con lo stesso periodo del 2015. Il dato confortante è che il numero degli episodi di feriti nell’ambiente di lavoro – elaborati da Anmil sui numeri dell’Inail – sono calati dell’1,54% (145 in meno) attestandosi a 9.231. La riduzione, più netta, riguarda anche le malattie professionali passate dai 342 ai 317 casi.
Dal punto di vista di chi, invece, purtroppo ha perso la vita sul posto di lavoro, il dato si è dimezzato dalle 19 morti del 2015 alle 9 dello stesso periodo del 2016. Questi dati fanno parte del panorama nazionale che in cinque anni ha visto 5 milioni di infortuni, provocando 200 mila invalidi permanenti e 7 mila morti. Senza dimenticare gli episodi in campo agricolo, tanto che la provincia di Brescia per tre anni è stata la prima per numero di infortuni. Ma il fatto che nei primi sette mesi del 2016 gli episodi siano calati rispetto ai precedenti dodici mesi è considerato positivo dall’Anmil e merito di un’opera di prevenzione. Alla giornata nazionale hanno partecipato i rappresentanti di tutti i comuni, i vertici della Comunità montana della Valtrompia e la deputata bresciana Miriam Cominelli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.