Operaio travolto e ucciso da carico di ferro

L'incidente è avvenuto nella mattinata di venerdì alla Lunati di Carpenedolo. L'uomo è stato schiacciato da un bancale del peso di 75 quintali.

(red.) Tragedia sul lavoro nella mattinata di venerdì nel Bresciano. Un operaio 32enne di origine marocchina, Hicham Tallabi, è morto mentre stava lavorando all’interno della ditta Lunati Prefabbricati in località Tezze a Carpenedolo.
Secondo le prime informazioni, l’uomo, che si trovava nel deposito esterno dell’azienda, sarebbe stato travolto da un carico di ferro, dal peso di  75 quintali. L’incidente è avvenuto attorno alle 8.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i soccorritori del 118, che, però, non hanno potuto fare nulla per salvare l’uomo, deceduto sul colpo. Sul luogo dell’infortunio mortale i carabinieri della Compagnia di Desenzano e i tecnici della Medicina del lavoro.
Sposato e padre di due maschietti di 6 e 5 anni, Tallabi da cinque anni abitava a Carpenedolo in una palazzina al civico 7 di via F.lli Cervi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.