Quantcast

Eredi Gnutti Metalli, ora la crescita nella barra di ottone

L’esercizio chiuso al 31 luglio 2021 ha fatto registrare ricavi per 243,2 milioni di euro con un risultato ante imposte di circa 2,1 milioni. L'azienda bresciana ha acquisito una partecipazione in Kme, leader europeo nei laminati di rame e sue leghe.

(red.) Per Eredi Gnutti Metalli (Egm) l’esercizio chiuso al 31 luglio 2021 è caratterizzato dal completamento di un’importante operazione straordinaria di natura strategica che ha portato EGM ad avere una significativa partecipazione in KME, leader europeo nella produzione di laminati di rame e sue leghe, a fronte della cessione del proprio ramo d’azienda Laminati.
Questa partnership permetterà alla storica società bresciana (fondata nel 1860) di entrare a far parte di uno dei principali gruppi europei sul mercato, in grado di affrontare al meglio le future sfide di un settore in profonda evoluzione tecnologica. Quello dei laminati sarà infatti un settore a elevato fabbisogno di investimenti tecnologici e nella ricerca di nuovi materiali per fare fronte alle esigenze del settore elettrico, delle rinnovabili e dell’automotive nella transizione verso la mobilità sostenibile.

ottone Eredi Gnutti Metalli EGM

“A seguito dell’operazione, EGM può focalizzare le proprie risorse, sia in termini di personale che impiantistiche, oltre a quelle finanziarie, per crescere in maniera sostenibile nel settore delle barre di ottone dove EGM è tra i primi produttori in Europa”, ha detto Nicola Cantele, Ceo di EGM.
Negli ultimi mesi il settore sta vivendo un momento di forte crescita della domanda e grazie alla rinnovata configurazione, EGM sta garantendo un adeguato servizio alla clientela con un occhio puntato al futuro e in particolare a leghe innovative per l’acqua potabile.
La rinnovata solidità finanziaria e patrimoniale di EGM, nonché gli investimenti degli ultimi anni, stanno permettendo di affrontare con serenità le sfide che questo periodo sui generis sta portando, quali il prezzo delle materie prime ormai ai massimi storici.
Il 23 novembre 2021, l’assemblea dei soci ha approvato il bilancio di esercizio chiuso al 31 luglio 2021. Nella tabella i principali i principali valori.

ottone Eredi Gnutti Metalli EGM

I numeri . I ricavi segnano un significativo incremento pari a circa 80 milioni di euro (+49%) dopo un 2020 caratterizzato dalla prima ondata della pandemia da Covid-19. La marginalità operativa aumenta con un EBITDA (l’utile prima di interessi, tasse e ammortamenti) pari a circa 7,5 milioni di euro contro i 5,5 milioni di euro dell’anno precedente (+36%).
Migliora ancora la Posizione finanziaria netta, nonostante il fatturato in aumento, grazie a una sempre più efficiente strategia di ottimizzazione del circolante e soprattutto agli investimenti mirati all’efficientamento senza rinunciare alla qualità del servizio al cliente.
La società bresciana, leader nel settore delle barre in ottone, ha quindi registrato un risultato ante imposte di circa 2,1 milioni di euro.
Gli investimenti. Nel corso dell’anno gli investimenti materiali e immateriali, sono stati complessivamente pari a circa 3,6 milioni di euro, concentrati principalmente nel miglioramento qualitativo del prodotto, nell’incremento della produttività del processo industriale, nell’ampliamento della gamma di prodotto, nello sviluppo di nuove tecnologie e, non da ultimo, nel miglioramento della sicurezza sul lavoro e nella riduzione dell’impatto ambientale del processo produttivo.

ottone Eredi Gnutti Metalli EGM

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.