Quantcast

I 40 anni di Omal e i 20 di Actuatech: 2021 importante per la famiglia Bonomi

(red.) “Il 2021 è per noi sinonimo di grandi traguardi, perché festeggiamo i 40 anni di Omal e i 20 anni di Actuatech. Sono stati decenni pieni di sfide difficili, ma anche ricchi di successi e importanti obiettivi raggiunti. Con coraggio e perseveranza abbiamo continuato a guardare avanti, avendo come timone i valori nei quali abbiamo sempre creduto: la passione per il nostro lavoro e per i nostri prodotti; il rispetto per noi stessi, i nostri collaboratori, i nostri partner, per il territorio e l’ambiente che ci circondano; e il senso del dovere che incarna la personalità e la mentalità delle nostre aziende. La solidità del nostro gruppo, nonostante le crisi degli anni passati e recenti, ha garantito lavoro a dipendenti e collaboratori; l’attenzione all’innovazione e i continui investimenti in questa direzione hanno reso i nostri prodotti sempre più controllati, sicuri e rispondenti ad un mercato in continua evoluzione. Il poter garantire l’intero processo produttivo internamente ci ha dato quel valore aggiunto che si è tradotto in prodotti curati nei minimi dettagli, dallo studio tecnico al design. Tutto questo con uno sguardo globale e internazionale, unito ad una profonda attenzione al territorio nel quale operiamo e all’ambiente che ci circonda”.
Con queste parole Amedeo Bonomi, Ceo di Omal spa – azienda specializzata nella produzione di valvole industriali – e Actuatech spa – produttrice di attuatori pneumatici per la movimentazione di valvole – vuole celebrare l’importante traguardo raggiunto dalle due aziende, fondate rispettivamente nel 1981 e nel 2001.

 

Entrambe nate nella produttiva terra della Val Trompia e guidate dalla storica famiglia di imprenditori bresciani Bonomi, Omal e Actuatech hanno saputo, nel tempo, crescere, consolidarsi, investendo in ricerca e innovazione. E oggi, con quasi 200 dipendenti nelle quattro sedi produttive, tutte dislocate nella provincia di Brescia (due in Franciacorta -Rodengo e Passirano- e due in Val Trompia -Villa Carcina e Sarezzo-), una rete di fornitori consolidata e di prossimità, e un management dinamico e attento, festeggiano, con lo sguardo proiettato al futuro, decenni di esperienza e professionalità.

Sono infatti passati 40 anni dalla straordinaria intuizione di Agostino Bonomi (padre dell’attuale CEO) di dare vita ad un’impresa di lavorazione e produzione di valvole e attuatori industriali che facesse dell’automazione e della customizzazione dei prodotti il suo carattere distintivo. Una scelta visionaria e controcorrente che è risultata vincente permettendo a OMAL, oggi una vera e propria realtà internazionale che ha recentemente aperto una nuova filiale negli USA, di affermarsi come leader nella produzione di valvole industriali per i settori più disparati: da quello oil & gas, passando per l’alimentare, chimico e farmaceutico, power & energy, fino ad arrivare al settore navale. Crescita e posizionamento a livello di player internazionale è stato anche l’obiettivo raggiunto in 20 anni da ACTUATECH, specializzata nella produzione di attuatori pneumatici per i più svariati settori, attraverso investimenti nel settore ricerca e sviluppo per il perfezionamento di materiali, metodi di produzione e controllo, versatilità produttiva e l’approccio flessibile in grado di rispondere alle esigenze di mercati internazionali.

Il gruppo fonda le sue radici su solidi pilastri che hanno permesso alle due aziende di diventare, in questi anni, un punto di riferimento nel settore, non solo da un punto di vista produttivo, ma anche etico e sociale. Solidità aziendale, gestione interna dell’intero processo produttivo, attenzione al dettaglio e cura del design nei prodotti, investimenti in automatizzazione e digitalizzazione, affidabilità, soluzioni chiavi in mano, una visione globale sui mercati, sostegno al territorio in cui operano, e un processo produttivo all’insegna della tutela dell’ambiente e con un occhio alle generazioni future: questi i fattori chiave della crescita e del successo delle due aziende.

Omal e Actuatech della famiglia Bonomi

“Siamo consapevoli – spiega Bonomi – che sia una nostra responsabilità produrre in modo sostenibile ed essere all’avanguardia nell’affrontare le sfide urgenti del progresso. Per questo continuiamo a impegnarci con i prodotti ed i servizi che creiamo, con i mezzi e le risorse che impieghiamo e attraverso i valori che rappresentiamo”.
Una sostenibilità che Omal, certificata BCorp dal 2017, e Actuatech perseguono in tutte le sfere: economica, sociale e ambientale, costruendo i propri obiettivi e misurando le proprie prestazioni nel rispetto dei principi del Global Compact e dei i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

“Puntiamo al miglioramento della vita attraverso l’innovazione, migliorando le prestazioni ed i consumi energetici dei nostri prodotti per fare la nostra parte nel plasmare un futuro energetico più sostenibile. Operiamo per la tutela e protezione dell’ambiente ottimizzando le emissioni di CO2 della nostra organizzazione e creando una catena di approvvigionamento sostenibile, a cominciare dalla selezione dei nostri fornitori, fino ad arrivare al coinvolgimento in progetti di ottimizzazione delle risorse impiegate e di economia circolare. Inoltre – aggiunge l’AD del Gruppo – all’insegna della sicurezza e della responsabilità, rispettiamo le normative e le persone; vogliamo gestire un’attività sicura, responsabile e redditizia, garantendo a tutti uguali prospettive, possibilità di lavoro e di carriera riconoscendo meriti e capacità. Come facciamo da anni, continueremo a impegnarci con passione perché la nostra attività crei un valore per i nostri stakeholder, favorendo la crescita dei nostri dipendenti e generando ricadute positive per la comunità che ci circonda”.

Nonostante il loro respiro internazionale, le due aziende sono infatti fortemente radicate nel tessuto sociale ed economico bresciano: importanti investimenti immobiliari, abbinati alle molte iniziative filantropiche e sponsorizzazioni di società sportive locali, hanno posto Omal e Actuatech in prima linea nel sostegno al territorio della provincia di Brescia, in particolare, nelle zone della Franciacorta e della Val Trompia, dove hanno sede gli stabilimenti.

“Crediamo – conclude Bonomi – che il vero valore di un’azienda sia la reputazione che è stata in grado di costruirsi negli anni grazie al lavoro quotidiano, alle relazioni che ha saputo creare e alla capacità di soddisfare le aspettative dei propri stakeholder. Siamo orgogliosi di quello che abbiamo raggiunto fino ad oggi e continueremo a perseguire con passione, rispetto e senso del dovere i nuovi obiettivi che ci siamo posti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.