Patuanelli gela Del Bono: “Iveco Brescia? 30 mesi di solidarietà”

Dopo la lettera del primo cittadino al ministro perché vigili sulla possibile cessione ai cinesi, da Roma arriva la notizia che gli investimenti promessi potrebbero slittare.

(red.) “Questo interessamento del gruppo Faw Jefang va verificato con Cnh”, ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, rispondendo oggi alla Camera alle sollecitazioni di Federico Fornaro di ‘Liberi ed uguali’ sulla “tutela dei siti italiani” rispetto alla trattativa con il gruppo automobilistico cinese Faw Jiefang che riguarderebbe gli autobus e i camion di Iveco e interesserebbe lo stabilimento di Suzzara, in provincia di Mantova, dove viene prodotto il Daily, e quello di Brescia, da dove escono gli eurocargo. Sarebbero interessati circa 1.680 lavoratori a Suzzara e 2.250 a Brescia.

Proprio oggi il sindaco di Brescia Emilio Del Bono ha ricordato con una lettera al ministro i 24 milioni che Iveco dovrebbe investire nella nostra città per i camion elettrici e chiesto vigilanza al ministero per garantire gli attuali livelli occupazionali.
Il tavolo di crisi ministeriale ha sempre confermato gli accordi quadro azienda-sindacati sulla “reindustrializzazione dei siti produttivi della Cnh” che sfociano in accordi locali, ha ricordato Patuanelli a Leu nel question time seguito dall’agenzia ‘Dire’. Ma nell’ultimo incontro di monitoraggio del 29 luglio scorso i rappresentanti di Cnh hanno evocato “correttivi” agli accordi “determinati ovviamente dalla situazione pandemica in corso”. Per Brescia, ad esempio, gli investimenti previsti “potrebbero essere posticipati e si prevede il ricorso al contratto di solidarietà per 30 mesi”.
“Proprio oggi”, ha reso noto il ministro, ci sarà un summit per “verificare le informazioni relative alla trattativa, in particolare sugli stabilimenti di Brescia, Foggia Pregnana e San Mauro”. In discussione coi cinesi ci sarebbe anche l’acquisizione di una quota Fpt Industrial, la divisione motori presente a Torino e a Foggia.

Il ministro ha detto anche che Iveco ha presentato la richiesta dell’accordo di innovazione: firmato con le Regioni Piemonte e Liguria il 5 febbraio vede attualmente il progetto Daily elettrico, promosso da Iveco, “in fase di valutazione rispetto al progetto definitivo”. Si prevede un investimento di 34,5 milioni piu’ 8 milioni e 79.000 euro dal ministero che, sommati a quello regionale, innescano un’agevolazione di oltre 9 milioni.
“La societa’ ha presentato un progetto definitivo che appunto e’ in corso di verifica e analisi”, ha concluso Patuanelli. Anche per lo stabilimento pugliese, Cnh ha comunicato che non sarebbero previste eccedenze strutturali in organico, ma non si puo’ escludere il ricorso alla cassa integrazione guadagni straordinaria o a eventuali contratti di solidarietà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.