Quantcast

Brescia, attacco informatico alla Loggia: procura apre un’inchiesta

Tentata estorsione e danneggiamento a sistema informatico le accuse. Ma sarà difficile risalire agli autori.

(red.) All’interno di palazzo Loggia, a Brescia, i tecnici informatici stanno continuano a lavorare da settimane per cercare di ripristinare il sistema a regime dopo l’attacco della fine di marzo da parte degli hacker. Nel frattempo, come dà notizia il Giornale di Brescia riportando fonti di indagine, la procura di Brescia ha deciso di aprire un’inchiesta sull’attacco.

A condurre l’indagine è il magistrato Maria Cristina Bonomo che indaga per tentata estorsione e danneggiamento di sistema informatico. Nei giorni precedenti a venerdì 16 aprile è emerso come chi ha sferrato l’attacco abbia chiesto al Comune un riscatto, in bitcoin, di 3 milioni di euro per sbloccare il sistema. Richiesta che la Loggia ha rispedito al mittente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.