Materiali pedopornografici, operaio 35enne scarcerato

E' tornato in libertà, solo con l'obbligo di firma, l'uomo sorpreso con materiali scabrosi sul computer e cellulare.

(red.) Dovrà solo presentarsi tre giorni alla settimana per la firma alla caserma dei carabinieri bresciani di Gavardo l’operaio 35enne, marito e padre, che era finito nei guai per diversi materiali pedopornografici sul proprio computer e cellulare. La posizione dell’uomo era stata segnalata dalla Ncmec americana al centro nazionale della Polizia postale.

A quel punto gli operatori avevano perquisito l’abitazione dell’uomo trovando i diversi materiali scabrosi. Arrestato, il 35enne è comparso davanti al giudice delle indagini preliminari e al magistrato nel corso dell’udienza di convalida e durante la quale ha detto ha parlato di un errore. Ma la collaborazione ha portato l’uomo a ottenere di tornare a casa e regolarmente al lavoro, solo con l’obbligo di firma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.