Confindustria, buste con proiettili al bresciano Marco Bonometti

La procura di Bergamo ha aperto un'inchiesta e al leader degli industriali lombardi è stata assegnata la scorta.

(red.) La sua posizione, in riferimento a quella degli industriali lombardi, sarebbe stata, d’accordo con la Regione Lombardia, di ritenere “dannosa” una zona rossa, sul modello Codogno, tra Alzano Lombardo e Nembro. Si parla del presidente della Confindustria Lombardia, il bresciano Marco Bonometti, che proprio per quelle affermazioni era stato sentito in procura a Bergamo come persona informata sui fatti e nell’ambito dell’inchiesta in corso sulla gestione della pandemia.

Una situazione in cui, tutta da valutare, gli industriali potrebbero aver pressato per non far chiudere determinate zone produttive e di lavoro in Lombardia. Ma nelle ore intorno a sabato 27 giugno è giunta notizia, segnalata dal Giornale di Brescia, che il patron della Omr di Rezzato è finito nel mirino di due minacce considerate reali. Nella sede di Confindustria a Bergamo, infatti, sono arrivate due buste con all’interno di ciascuna un proiettile ed entrambi rivolti al leader degli industriali lombardi.

Una situazione preoccupante che ha spinto la procura di Bergamo ad aprire un’inchiesta per quelle minacce. Ma non solo, perché da qualche giorno, a come risulta al quotidiano bresciano, a Bonometti è stata assegnata anche una scorta. Di certo è una situazione particolare quella che si sta vivendo in Lombardia dove anche il governatore Attilio Fontana, destinatario di una serie di minacce per come avrebbe gestito l’emergenza sanitario, sta ricevendo protezione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.