Brescia, investì e uccise una barista 22enne. Ricorre contro multe

La sensazione è che la conducente 58enne voglia cercare di smarcarsi dall'accusa di omicidio stradale.

(red.) Dallo scorso luglio 2019 è indagata per omicidio stradale, ma la sua azione delle ore precedenti a giovedì 6 febbraio e riportata da Bresciaoggi potrebbe essere diretta alla volontà di cercare di smarcarsi da quell’accusa pesante. Era l’8 luglio quando Jennifer Rodrigues Loda, di 22 anni, perse la vita investita da una Ford Focus tra via Trieste e via Gallo, nel pieno centro storico di Brescia.

Alla guida di quell’auto c’era una 58enne che da quel momento è indagata. Si era poi appurato che la giovane, morta nelle ore successive in ospedale, era andata al bar sotto casa per prendere due caffé d’asporto. Ma nel rientro all’abitazione venne travolta. Prima di quell’incidente mortale la conducente era stata sanzionata per due volte dalla Polizia Locale e ora è emersa l’intenzione della donna di fare ricorso contro quelle multe.

La vittima, nata in Brasile, abitava da quindici anni in provincia di Brescia e si era trasferita in centro a Brescia per essere più vicina al luogo di lavoro, come barista all’Arnold’s Café di piazza Arnaldo. La madre vive a Castrezzato con il marito e proprio qui è stata sepolta la giovane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.