Da Soiano a Mantova, tonnellate di rifiuti speciali. Due arrestati

I fermi sono scattati per un mantovano e un trevigiano. Tutto era partito dal Garda. Un capannone di un 'ndranghetista.

(red.) 2.300 tonnellate di rifiuti stoccati senza alcuna autorizzazione tra un sito sulla sponda bresciana del lago di Garda e due in provincia di Mantova. Nella giornata di ieri, venerdì 29 novembre, sono arrivati due arresti, uno in carcere e un altro ai domiciliari, da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e nell’ambito di un’indagine che era partita nel 2018 a Soiano. Proprio qui, in uno stabile di via Brescia verso Carzago, era avvenuto il primo sequestro di oltre mille tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi e prodotti dal trattamento meccanico.

E questo ritrovamento ha portato a scoprire altre tonnellate di rifiuti in altre zone d’Italia e inducendo i militari ad arrestare un 54enne di Viadana e un 40enne di Treviso. L’indagine del Noe di Brescia con il sostituto procuratore Roberta Panico ha portato a scoprire un gruppo criminale che si dedicava al trattamento e trasporto di rifiuti, gestione e smaltimento illecito dei materiali provenienti dalla Toscana, Campania e Lombardia.

E dopo Soiano, sono scattati i sequestri di 1.200 tonnellate di rifiuti tessili a Casaloldo e Roverbella nel mantovano e senza autorizzazioni. Per la banda si sarebbe trattato di un guadagno da 400 mila euro. Da questo è anche emerso che uno degli edifici dove venivano stoccati i rifiuti in provincia di Mantova era di un soggetto collegato alla cosca ‘ndranghetista dei Bellocco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.