Inchiesta Laguna 2, sbloccati beni di Gezim Sallaku

Il tribunale di Bergamo non ha convalidato il sequestro di 1,3 milioni di euro dell'imprenditore albanese e di altri tredici. Riferito a evasione fiscale.

(red.) Gezim Sallaku, l’imprenditore albanese ed ex presidente della squadra bresciana Darfo Calcio, può tornare in possesso del suo patrimonio. E lo stesso riguarda gli altri accusati con lui nell’ambito della seconda parte dell’inchiesta “Laguna 2” partita da Brescia. Il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Bergamo, territorio di competenza tramite la procura, non ha convalidato il sequestro preventivo di beni per 1,3 milioni di euro che l’accusa aveva chiesto. La misura del sequestro era stata disposta ai primi di settembre verso Gezim Sallaku e altri tredici, di cui i fratelli fratelli Isuf, Laurent e Saimir.

Nel caso di Gezim, erano state bloccate delle quote societarie e un motoscafo e ora tutti gli accusati possono tornare in possesso delle loro somme e dei loro beni. 1,3 milioni di euro sequestrati dalla procura erano indicati come il valore della presunta evasione fiscale dell’imprenditore albanese. Ma secondo lo stesso Sallaku, la somma sarebbe in realtà di 280 mila euro.

L’indagine “Laguna 2” era partita dopo una serie di reati fiscali che avevano portato agli arresti lo stesso ex patron del Darfo Calcio e che aveva patteggiato 2 anni e nove mesi di reclusione. In seguito aveva chiesto di farsi revocare quella misura ma è stato inutile e ora si dice pronto a ricorrere in Cassazione e anche alla revisione del processo a Venezia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.