Montisola, procedimento su autista “violento“

Il Comune sebino ha avviato una procedura nei confronti del conducente denunciato dalla madre del 14enne che sarebbe stato strattonato a bordo del bus.

(red.) Ci sono sviluppi nella vicenda che arriva da Montisola, nel bresciano, e di cui scrive Il Giorno, riferita alla presunta aggressione di giugno subita da parte di uno studente 14enne per opera di un conducente dell’autobus. Sempre secondo quanto riporta il quotidiano, infatti, il Comune sebino ha deciso di aprire un procedimento disciplinare verso il dipendente che era stato denunciato ai carabinieri dalla madre del ragazzo.

Dalla stessa amministrazione fanno sapere che ora ci vorranno quattro mesi di indagini per capire se archiviare il caso o emettere una sanzione. Nel frattempo anche il conducente del mezzo pubblico è stato sentito in municipio e ha ammesso il diverbio, ma negato di aver usato la violenza. Avrebbe detto che quel giorno numerosi ragazzi a bordo dell’autobus avrebbero prenotato con il campanello ogni fermata, ma senza che nessuno scendesse.

Quindi, li avrebbe richiamati. In ogni caso, la famiglia del 14enne si è rivolta a un avvocato per chiedere un risarcimento al Comune e che potrebbe arrivare solo dopo la conclusione del procedimento e nel momento in cui sarà confermato quanto recriminato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.