Quantcast

Controlli hot di Anpana, procura indaga

Qualche volontario dell'associazione avrebbe fatto delle ispezioni troppo intime su alcune prostitute caricate in auto dai clienti. Accuse da verificare.

Più informazioni su

(red.) E’ una situazione ancora tutta da verificare e al vaglio della procura di Brescia quella che coinvolge l’Anpana, l’autorità nazionale per la protezione degli animali, natura e ambiente. Sembra che alcuni volontari, che si possono occupare anche del contrasto della prostituzione, abbiano abusato del proprio potere mostrando palette della polizia stradale e sirene lampeggianti, elementi che non sono in dotazione a questo gruppo. Alcuni sarebbero stati persino armati o con spray urticante. Ne dà notizia Bresciaoggi.
Si parla di episodi in cui un volontario avrebbe inseguito un’auto a bordo della quale era appena salito un viados, chiamato da un cliente. L’agente dell’Anpana li avrebbe poi fermati chiedendo all’uomo, poi diventato donna, di mostrare le parti intime per verificare l’identità sessuale. Al momento la procura sta sentendo i volontari del gruppo come persone informate dei fatti. Ma le accuse sono tutte da verificare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.