Niardo, centauro 16enne si schianta con un’auto

Il grave incidente nel pomeriggio di martedì lungo via Nazionale. A Moniga, invece, un turista olandese di 11 anni è caduto in bici. E' grave.

Più informazioni su

(red.) E’ stato un martedì di incidenti quello che sè appena andato in archivio nel bresciano. A Sabbio Chiese si è verificato un drammatico schianto che ha coinvolto un’intera famiglia di Manerba. In gravissime condizioni il padre di famiglia 45enne, ricoverato in Rianimazione al Civile di Brescia.
A Niardo, invece, un 16enne residente a Sellero Novelle, è rimasto seriamente ferito dopo essersi scontrato, mentre era in sella alla sua moto, con una vettura. Il sinistro si è verificato in località Crist poco prima delle 16.
A quanto si è appreso, il ragazzino stava procedendo sul rettilineo di via Nazionale, quando, all’altezza del parcheggio del “Bar Giallo”, la Fiat Panda che lo precedeva, conodotta da una donna residente in media Valle, ha svoltato a sinsitra. Il centauro è andato a sbattere contro la vettura, venendo sbalzato dalla sella e finendo contro il muretto dell’area di sosta. Sul postoè intervenuta l’ambulanza da Esine che ha trasferito il ragazzo, F.N. le sue iniziali, in ospedale. Per i rilievi la polizia stradale di Darfo Boario Terme.
Un altro incidente si è verificato a Moniga del Garda, sempre nella giornata di martedì 5 agosto. Un bambino olandese di 11 anni è caduto mentre viaggiava in bicicletta lungo via del Magone. Si tratta di un percorso che il ragazzino stava affrontando in discesa e, forse a causa della velocità, ha perso il controllo del mezzo, precipitando a terra e sbattendo con violenza la testa sull’asfalto.
Sul posto è giunta un’ambulanza della Valtenesi che ha trasportato il bambino al Civile di Brescia. L’11enne è ricoverato in Rianimazione e le sue condizioni sarebbero gravi.
Al momento dell’incidente il piccolo turista era con i genitori. La famiglia è in vacanza in un campeggio della zona.
Per i rilievi è intervenuta la polizia locale della Valtenesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.