Quantcast

Strade insanguinate, l’addio alle 5 vittime

Migliorano le condizioni di due dei feriti negli incidenti di Capodanno. Dolore per le cinque vite spezzate nel Bresciano i cui funerali sono fissati per i prossimi giorni.

(red.) Un inizio d’anno bagnato di sangue quello sulle strade bresciane. Ben cinque vittime in meno di 48 ore. Vite spezzate sull’asfalto, una scia di dolore che allunga quella archiviata per il 2011, con ben 105 nuovi croci.
Sono stati quattro gli incidenti mortali che si sono susseguiti il giorno di Capodanno: il primo è avvenuto a Lonato dove ha perso la vita Adrian Pogan, 26 anni romeno residente a Castel Goffredo (Mantova), deceduto sul colpo nello schianto della sua Alfa Romeo 145 contro un albero in località S. Polo. A fianco del giovane viaggiava la compagna 23enne Georgeta Raluka, 23anni, ricoverata nel reparto di Traumatologia dell’Ospedale Civile di Brescia. La ragazza, le cui condizioni in un primo momento erano apparse molto gravi se la caverà: i medici hanno sciolto la prognosi e ne varà per una quarantina di giorni. Intanto il magistrato non ha ancora concesso il nulla osta alla sepoltura del 26enne.
Ore di apprensione e di speranza sono quelle che stanno vivendo invece i familiari di Alex Castelli di Orzivecchi, il 22enne coinvolto in un grave sinistro avvenuto sempre nella mattinata di domenica.
Il giovane, ricoverato al nosocomio cittadino, è in condizioni stabili. Il 22enne orceano stava viaggiando sulla ex strada statale 235 in territorio di Pompiano quando la sua Alfa Romeo ha sbandato andando a schiantarsi contro un albero. L’urto è stato violentissimo: i vigili del fuoco, a fatica, hanno estratto il giovane dalle lamiere contorte dell’auto.
Sono fissati per mercoledì, alle 10, partendo dalla camera ardente allestita all’obitorio di Montichiari, i funerali di Loisa Losetto, il 23enne nomade di etnia sinti, deceduto domenica sera in un incidente avvenuto tra Calcinato e Montichiari. Il giovane stava viaggiando su una Seat Ibiza, quando ha improvvisamente sbandato sul rettilineo finendo fuori strada. Il ragazzo è stato sbalzato fuori dall’auto, rimanendo ucciso sul colpo.
Pervenuto anche il nulla osta della magistratura per la sepoltura di Stefania Bianchi, 71 anni, la donna rimasta uccisa in un tamponamento avvenuto domenica dopo l’una sulla A4, in territorio comunale di Rovato. Nell’incidente sono state coinvolte due vetture. Ferita anche la cognata che viaggiava con la 71enne sul sedile posteriore della Polo alla cui guida vi era il marito della vittima, rimasto illeso con il fratello che sedeva accanto.
La camera ardente è stata intanto allestita all’obitorio del “Mellino Mellini” di Chiari dove è stata composta la salma, mentre le esequie sono fissate per mercoledì alle 15,30 nella chiesa di Sant’Afra a Brescia. Quindi le ceneri dell’ex insegnante bresciana verranno tumulate nella cappella di famiglia a Ponte di Legno.
Ancora da stabilire invece le esequie per Davide Baronchelli, il 37enne centauro deceduto domenica alle 16,15 la Pozzolengo. L’uomo, sposato e padre di un bimbo di 6 anni, stava tornando a Casalmoro dove risiedeva con la famiglia, dopo la gita in moto sul Garda con gli amici. E´ stato travolto e ucciso da un´auto che usciva da una strada laterale. Baronchelli è deceduto sul colpo. E’ atteso per questo martedì il nullaosta per i funerali che si svolgeranno a Casalmoro.
Sono invece fissati per mercoledì, a partire dalla camera ardente dell’obitorio di Brescia alle 13,40 i funerali di Angiolino Spagnoli, “Magio” per gli amici, il 72enne deceduto sabato pomeriggio dopo essere stato investito in bicicletta mentre stava percorrendo via Sorelle Minola a Nave.
Il funerale si tiene nella parrocchiale di Santa Maria immacolata del paese valtriumplino.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.