A22, imprenditore 60enne residente a Gardone Vt muore in incidente stradale

Flavio Carolaro era sull'auto che ha tamponato un tir nel veronese. Forse non si era accorto del traffico rallentato.

(red.) Nel primo pomeriggio di ieri, martedì 23 febbraio, un uomo di 60 anni originario di Vicenza, ma residente da anni a Gardone Valtrompia, nel bresciano, dove svolgeva l’attività di imprenditore, ha perso la vita in un tragico incidente stradale. E’ successo pochi minuti prima delle 14,30 sull’autostrada del Brennero A22 nelle vicinanze del casello di Nogarole Rocca, in provincia di Verona, in direzione nord. La vittima, Flavio Carolaro, si trovava da solo a bordo di una Toyota che ha tamponato in pieno un tir croato e tanto da restare incastrato e perdendo la vita sotto il mezzo pesante.

Sul posto sono scattati i soccorsi immediati, in realtà già attivati poco prima nel momento in cui qualche chilometro più avanti rispetto all’incidente un altro mezzo pesante aveva perso parte del carico formato da lastre di ghisa. E secondo una ricostruzione, proprio la perdita del carico avrebbe provocato ovviamente i rallentamenti sull’autostrada. Così, qualche chilometro più addietro, il 60enne potrebbe non essersi accorto della coda e non sarebbe riuscito a evitare il tamponamento. Sul luogo dell’incidente sono giunti gli agenti della Polizia stradale di Verona Sud insieme alle ambulanze, l’elicottero e ai vigili del fuoco che si sono occupati di estrarre, non senza difficoltà, il corpo della vittima dall’abitacolo.

Illeso, invece, il camionista 32enne ucraino. La salma dell’imprenditore residente da anni nel bresciano è stata condotta in Medicina legale e a disposizione dell’autorità giudiziaria. Durante quei minuti dei soccorsi l’autostrada è stata chiusa al traffico deviando la circolazione su altre vie. Flavio Carolaro, che aveva una società di commercio di stufe a Collebeato e Bergamo, lascia la moglie, anche lei imprenditrice nel settore meccanico e due figli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.