Quantcast

Trento, due bresciani contro auto Cc. Alla guida ubriaco e senza patente

Sabato notte i due stavano tornando a Preseglie dopo una serata trascorsa in discoteca. Ha guidato un 17enne.

(red.) E’ incredibile, vista la dinamica, quanto accaduto nella notte tra sabato 21 e ieri, domenica 22 dicembre, a Pieve di Bono in provincia di Trento. Due bresciani di Preseglie, di cui un 17enne, avevano trascorso la serata in una discoteca di Tione e stavano rincasando. Ma non è chiaro se l’autista “ufficiale” fosse ubriaco e in ogni caso è stato il più giovane, anche lui ubriaco ma ovviamente senza patente, che avrebbe voluto provare a guidare la Peugeot in direzione della Valsabbia.

Intorno alle 3,30 è stato proprio lui a mettersi alla guida in condizioni non certo ottimali, tra il fatto di non essere lucido e di percorrere la provinciale 237 del Caffaro di notte e sotto il maltempo che imperversava in quei minuti. E in effetti subito dopo, nel momento in cui la vettura ha attraversato la galleria di Cologna, l’autista ha perso il controllo del veicolo. Forse stava procedendo a una velocità sostenuta, insieme al fatto che la strada fosse bagnata. All’altezza di una rotonda il 17enne ha perso il controllo e la vettura è finita contro una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Riva del Garda che procedeva nella stessa direzione dei due giovani.

Colpita da dietro, l’auto delle forze dell’ordine è finita in una scarpata, mentre la Peugeot ha terminato la corsa rimanendo sulla carreggiata. Sul posto, viste le conseguenze, sono stati allertati i soccorsi facendo muovere i vigili del fuoco e anche le ambulanze. I carabinieri rimasti coinvolti nell’incidente per fortuna non hanno riportato ferite gravi. Mentre i due occupanti dell’altro veicolo sono rimasti illesi e ora rischiano di finire nei guai. La Polizia Locale della Valle del Chiese chiamata a ricostruire l’accaduto, ha accertato che alla guida ci fosse un 17enne ubriaco e senza patente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.