Alghe sul Sebino, non ci sono risorse

I promessi 150 mila euro dalla Regione per togliere le erbe dal lago in fase preventiva non sono stati disposti. E in estate c'è l'evento Christo.

Più informazioni su

Alghe lago Iseo(red.) Gli operatori turistici della sponda bresciana del lago d’Iseo incrociano le dita, ma c’è il timore che durante l’apertura della passerella di Christo, dal 18 giugno al 3 luglio, possano comparire le alghe. Il fenomeno è molto conosciuto sulla zona, crea numerosi disagi alle imbarcazioni e dal punto di vista estetico sono come un pugno in un occhio. In più si formano soprattutto nel periodo estivo, con il caldo, proprio quando sarà aperto il ponte pedonale tra Sulzano e Montisola. A questo si aggiunge il fatto che giovedì 7 aprile è arrivata una simbolica doccia gelata per gli amministratori locali.
In sintesi, non verrà fatto alcuno sfalcio preventivo delle alghe, come era stato richiesto da più parti e non ci sono nemmeno i 150 mila euro che la Regione Lombardia aveva detto di destinare a marzo per le prime opere di pulizia. Se lo sono sentiti dire i rappresentanti dei Comuni di Paratico e Iseo davanti ai delegati delle province di Brescia e Bergamo e del Pirellone. Una situazione preoccupante, alla luce anche del fatto che i 450 mila euro stanziati sul 2015 verso la società che si occupa della pulizia del lago sarebbero stati insufficienti. Per questo motivo dall’autorità di bacino, dove si è svolta la riunione, è stato chiesto di trovare le risorse promesse dalla Regione. Altrimenti sarà convocato un tavolo tecnico con tutti i Comuni del Sebino e dal quale potrebbero arrivare forme di protesta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.