Quantcast

Scuola, da settembre la “settimana corta”

La Provincia di Brescia ha spiegato che dal prossimo anno scolastico partirà una sperimentazione. Sui banchi cinque giorni su sette.

Più informazioni su

    classe_scuola_vuota(red.) Il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, ha incontrato i Dirigenti Scolastici delle scuole superiori del territorio per spiegare la grande volontà di procedere, per il prossimo anno scolastico, alla sperimentazione della settimana corta. Non più sei giorni di scuola, dunque, ma cinque, senza rientri pomeridiani. “Dopo aver ascoltato le criticità emerse dalle rappresentanze scolastiche del vasto territorio bresciano”, ha detto Mottinelli, “siamo ora pronti per proporre un modello che può essere adottato già a partire dal prossimo anno scolastico. Nelle prossime settimane incontreremo il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, Mario Maviglia, il comune di Brescia e i comuni che ospitano gli Istituti di grado superiore”. Una volta messo a punto il progetto della sperimentazione, la Provincia si esprimerà attraverso un atto di indirizzo deliberato dal Consiglio Provinciale.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.