Quantcast

Garda, Beccalossi scrive al ministro

L'assessore lombardo ha chiesto a Galletti (Ambiente) le misure che il Governo vuole prendere per la siccità. Il 24 febbraio una nuova riunione.

Più informazioni su

lago-di-garda(red.) Lo stato di allerta sul lago di Garda, sulla sponda bresciana, per la mancanza di piogge, la siccità e la conseguente riduzione dei livelli ha spinto l’assessore regionale alla Difesa del suolo Viviana Beccalossi a scrivere al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. Da sabato 23 gennaio è stata ridotta la fuoriuscita di acqua alla diga Salionze dai 14 ai 10 metri cubi al secondo, mantenendo il bacino gardesano con poco più di mezzo metro di acqua sopra lo zero idrometrico.
“La situazione dei principali laghi e fiumi lombardi è molto seria, con riserve quasi dimezzate rispetto al 2007 – scrive Beccalossi – anno critico in cui siamo rimasti senza acqua sufficiente per l’agricoltura, l’acqua potabile, la produzione di energia e, in certi casi, anche per la scarsa navigazione”. L’assessore, che fa parte del cosiddetto “Tavolo siccità” con la collega all’Ambiente Claudia Terzi e quello all’Agricoltura Gianni Fava, consorzi di bonifica, enti locali, gestori dei laghi e società energetiche, ha annunciato una nuova riunione per il 24 febbraio. Un incontro al quale Beccalossi ha invitato anche il ministro Galletti per capire le misure che il Governo intende portare avanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.