Quantcast

“Basta veleni”, comitati protestano

Martedì 26 i gruppi ambientali bresciani in presidio in via Dalmazia per chiedere interventi alle istituzioni. 10 aprile una manifestazione.

Più informazioni su

Foto da Bresciaoggi

Foto da Bresciaoggi

(red.) “Basta veleni”. E’ il nome del tavolo aperto per affrontare le questioni di inquinamento, ma anche lo slogan che martedì 26 gennaio una cinquantina di manifestanti ha espresso davanti alla sede regionale dello Ster in via Dalmazia a Brescia. Comitati, associazioni e gruppi ambientalisti di tutta la provincia si sono ritrovati con bandiere e striscioni per chiedere che non venga autorizzata più alcuna discarica, cava o impianto di trattamento dei rifiuti. Lo hanno fatto anche in via formale con un documento di cinque pagine già presentato in Provincia e che sarà distribuito a tutti i Comuni bresciani.
Nella relazione si chiede alle istituzioni, con il Pirellone in primis, di dotarsi di provvedimenti adeguati con cui impedire la costruzione di nuove discariche e impianti. In più, si chiede di fermare la richiesta delle aziende interessate quando i cittadini manifestano con dati e numeri l’opposizione ai progetti. Ma anche di stilare una mappa delle aree più inquinate, verificare cosa ci sia sotto i terreni ritenuti sospetti e avviare le bonifiche programmate. Insomma, secondo i comitati, il territorio bresciano ha già dato e sarebbe giunto al limite. Il 10 aprile, intanto, ci sarà una manifestazione generale per approfondire il concetto. Basta veleni, appunto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.