Quantcast

Selca, nuovo rinvio del processo

Il dibattimento doveva iniziare lunedì 7 dicembre, ma è stato spostato al 18 gennaio. Imputati per traffico di rifiuti i fratelli ex titolari Bettoni.

Più informazioni su

berzo demo ex selca rifiuti(red.) Niente 5 giugno, nemmeno 27 ottobre e neppure il 7 dicembre. Il processo per traffico internazionale di rifiuti a carico dei fratelli Ivano e Flavio Bettoni, ex titolari della Selca di Berzo Demo, nel bresciano, è stato rinviato un’altra volta. Il motivo sarebbe legato a un’indisposizione del pubblico ministero e per questo motivo il procedimento è stato rimandato al 18 gennaio. Secondo l’accusa, tra il settembre del 2009 e il febbraio del 2010, l’acciaieria camuna, poi fallita, non avrebbe rimosso la componente pericolosa di 23 mila tonnellate di rifiuti inviati dall’Australia. Al contrario, li avrebbe lavorati in minima parte per poi mandarli sul mercato.
Dal punto di vista giudiziario, il processo rischia concretamente la prescrizione visto che per il traffico di rifiuti si parla di sette anni e mezzo. E da quando si fa partire la vicenda, ne sono passati quasi sei. Intanto, nell’azienda si stanno concludendo i lavori di rimozione dell’amianto dai capannoni. Poi sarà il turno del Comune che ha aggiudicato le opere per mettere tutte le scorie al sicuro all’interno dello stabile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.