Quantcast

Bosco Stella, “prima di Natale il no”

L'assessore lombardo all'Ambiente Claudia Maria Terzi ha rassicurato sindaci e cittadini contrari alla discarica. Giovedì sera assemblea pubblica.

bosco stella(red.) E’ quasi certo il “no” da parte della Regione Lombardia alla costruzione della discarica Bosco Stella prevista tra Castegnato, Ospitaletto, Paderno e Passirano, nel bresciano. A dirlo è stata mercoledì 21 ottobre l’assessore lombardo all’Ambiente Claudia Maria Terzi incontrando i sindaci con il consigliere provinciale Diego Peli e i comitati contrari alla cava voluta da A2a per smaltire 1,9 milioni di metri cubi di rifiuti. Entro Natale, come ha anticipato, gli uffici del Pirellone avranno redatto la relazione che prevede anche una mozione di Pd (Gianantonio Girelli) e Lega Nord (Fabio Rolfi), il piano regionale dei rifiuti e l’indice di pressione ambientale.
I primi cittadini si sentono più sicuri del possibile diniego della Regione e sperano di portare avanti dei progetti per convertire il territorio in altre soluzioni più sostenibili. In realtà, il Pirellone aveva già dato il proprio dissenso nel 2014, ma ora dovrà pronunciarsi sul mutato piano di A2a che prevede di stoccare metà dei rifiuti rispetto alle previsione originaria. Sul tema, nella serata di giovedì 22 ottobre alle 20,30 al centro civico di Castegnato si terrà un’assemblea pubblica. Verranno diffusi i dati secondo cui la percentuale di tumori è aumentata in quella zona e per le polveri sottili più alte di tutta la provincia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.