Calcio femminile, sciopero in serie A

Salta la prima giornata di campionato per le proteste delle squadre contro la federazione su questioni note. Coinvolto anche il Brescia.

Più informazioni su

Bs Calcio femminile(red.) Il calcio femminile di serie A dice basta. E’ stanco di non essere ascoltato dalla Federazione italiana su varie questioni di cui si discute da tempo. Tra queste ci sono il vincolo sportivo, accordi economici di diversi anni e il fondo di garanzia. La prima conseguenza pratica della protesta è la mancata disputa della prima giornata di campionato. Sulle dodici squadre, undici non scenderanno in campo e tra queste c’è anche il Brescia.
All’inizio si pensava che le Rondinelle “rosa” giocassero con la Primavera, poi hanno scelto di aderire allo sciopero. Proprio le giocatrici bresciane, all’inizio del match di Supercoppa Italiana poi vinto contro il Verona, avevano esposto uno striscione insieme alle avversarie scaligere e rivolto ai vertici del calcio. Per quel gesto vennero tutte sanzionate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.