Quantcast

Macogna, dati Arpa diversi? “Fermiamo”

Il comitato anti discarica aspetta i risultati sui materiali stoccati. E si dice pronto a bloccarla se i numeri non sono simili ai test fatti in privato.

Più informazioni su

cittadini no macogna(red.) I paesi intorno alla discarica Macogna, nel bresciano, sono trepidanti per conoscere i risultati dell’Arpa sui prelievi fatti nei materiali trasportati e stoccati dai camion partiti dall’Alfa Acciai verso la cava. Intanto, ci sono già quelli fatti controllare in privato dal comitato contrario al deposito di rifiuti e che attestano concentrazioni oltre i limiti di eluato, bario e molibdeno. Ma questi numeri non valgono ai fini di legge.
In teoria, però, secondo gli stessi attivisti, i risultati dell’agenzia regionale per l’ambiente non dovrebbero essere molto diversi. Tanto che il comitato si dice disposto a bloccare la discarica se i numeri saranno diversi. Da lunedì 3 agosto il via vai di mezzi pesanti si è fermato perché si attendono proprio i dati ufficiali dell’Arpa. Il rischio secondo i cittadini è che, invece di scarti di rocce da scavo e pezzi inerti, ci siano metalli inquinanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.