Macogna, si fermano camion di rifiuti

Mercoledì 5 agosto nessun mezzo pesante ha raggiunto la discarica dove stoccare i materiali. L'azienda vuole aspettare gli esiti dei risultati Arpa.

Più informazioni su

Macogna(red.) Si è fermato il tour dei camion che trasportano rifiuti inerti dell’azienda Drr di San Polo, nel bresciano, fino alla discarica Macogna. Tanto che nel pomeriggio di mercoledì 5 agosto è sembrato strano al comitato contrario alla cava, il fatto che fosse rimasta chiusa. Di fatto si tratta della prima pausa, secondo gli attivisti, dal 2 aprile scorso quando è stato attivato il presidio. Secondo lo stesso comitato di contrari, non ci sarebbe più materiale di scarto da portare in discarica, anche se è forte l’ipotesi che il trasporto si sia fermato aspettando gli esiti dei controlli dell’Arpa.
I cittadini, infatti, avevano prelevato dei campioni e poi fatti analizzare in privato. Dai risultati è emerso come molti indicatori fossero superiori ai limiti, dall’eluato al molibdeno. Ma quello che conta ai fini dello stabilire se l’inquinamento ci sia o meno, sono i dati ufficiali dell’agenzia regionale della protezione ambiente. Questi dovrebbero arrivare intorno a Ferragosto. Dall’altra parte gli attivisti si dicono soddisfatti perché l’azienda ha deciso di interrompere lo stoccaggio dei rifiuti aspettando i risultati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.