Quantcast

Biogas Lonato, si studiano nuove mosse

Lunedì 3 agosto alle 21 un'assemblea pubblica con il comitato Campagnoli per analizzare la sentenza del Tar che in parte ha accolto le loro richieste.

nobiogas comitato campagnoli lonato(red.) La sentenza con cui il Tar di Brescia ha accolto in parte le contestazioni del comitato Campagnoli contro la centrale biogas che la Valli Spa vorrebbe costruire a Lonato dà spunto per organizzare le prossime mosse. In pratica, viene disposta l’apertura dell’autorizzazione integrata ambientale e, per il momento, sospende il via libera della provincia. Ma dall’altra la giustizia amministrativa dà ragione anche all’azienda parlando di pochi rischi per la salute.
Il sindaco di Lonato Roberto Tardani ha convocato un incontro con i Comuni di Desenzano e Castiglione, che hanno presentato ricorso, per analizzare la sentenza e pianificare le prossime iniziative. Lunedì sera 3 agosto, invece, nella sala della parrocchia di Castel Venzago il comitato ha organizzato un’assemblea pubblica. L’unica contestazione che viene fatta al progetto, accogliendo in parte il ricorso dei contrari, è l’emissione di sostanze diverse da ossido di azoto per le quali viene chiesta una verifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.